NEEMO: Luca Parmitano a capo della missione Nasa

Prima di andare nello spazio si va sott’ acqua.

E’ partita il 20 luglio la missione NEEMO della Nasa, con a capo l’astronauta italiano Luca Parmitano. Lo scopo della missione è sperimentare nuove tecnologia per l’esplorazione spaziale. I risultati dei test subacquei  saranno impiegati per programmare missioni umane su Marte o sugli asteroidi. Tra la strumentazione che dovra sperimentare il  team c’è anche un particolare perforatore mai provato prima che permetterà di raccogliere campioni di suolo. Inoltre  saranno sperimentate anche le comunicazioni da zone remote e gli spostamenti in ambiente ostile. La missione, che si svolge sul fondo dell’Oceano Atlantico a 19 metri di profondità al largo della Florida, durerà 14 giorni e sarà ripresa in streaming.

Insieme ai colleghi della Nasa, Serena Aunon e David Coan, e al giapponese Norishige Kanai, il maggiore siciliano dovrà lavorare nella stazione di ricerca al largo delle coste della Florida, in una simil-astronave a 20 metri di profondità, dove si prova una gravità che ricorda quella che si trova su Marte, la Luna e gli asteroidi. I quattro dovranno testare strumenti e tecniche per le passeggiate spaziali con attrezzature subacquee. La Nasa, in questo modo, migliora tecniche e materiali con tariffe di viaggio assai meno costose rispetto a quelle necessare per arrivare in orbita. Inoltre studieranno modi per gestire il ritardo di comunicazione dovuto alla distanza e sperimenteranno mobiPv, un visore di procedure mobile e indossabile (è simile a degli occhiali) che consente agli astronauti di ricevere istruzioni con audio e video mantenendo le mani libere.

Parmitano Neemo

fonte: DIREGIOVANI.it

This Post Has Been Viewed 75 Times

Precedente Apple, macinare utili non basta quando si è nel 700 billion club Successivo Crocetta: pg Cassazione chiede relazione